la siccità del secolo, dicono: ma siamo al 2012. [reblog 13 agosto 2012 – wp 406]

giusto per ricordare da dove nascono i problemi…

e il principale di questi non è quanti soldi si guadagnano (questo è un problema solo per chi ne ha già tanti), ma quanto si mangia.

se l’uomo è ciò che mangia, come scrisse Feuerbach, il filosofo tedesco che preparò in qualche modo il marxismo, forse anche senza volerlo, è ancora più vero che l’uomo è soprattutto ciò che non mangia, quando non ne ha abbastanza.

Cor-pus

13 agosto lunedì   19:48

.

una nuova crisi alimentare minaccia il mondo, e in particolare i paesi più poveri, dopo quella del 2008, quando il prezzo del riso triplicò, e vi furono tumulti per fame in diversi paesi, come Indonesia ed Haiti, e quella del 2010.

ci si arriva più preparati, ci dicono, ma la siccità devasta la parte centrale gli Stati Uniti, il più grande esportatore mondiale di cereali: – 17% di soia e mais rispetto all’anno scorso, quindi meno cibo per gli allevamenti: da giugno il prezzo della soia è cresciuto del 30%, quello del mais del 50% addirittura.

ma anche in India, normalmente autosufficiente, la situazione è critica, dato che il monsone iniziato da alcune settimane è per il momento piuttosto debole e le piogge inferiori del 20% alla media.

al G20 del 2011, per impulso della Francia, fu creato il Sistema di Informazione sul Mercato Agricolo (AMIS), ma tre…

View original post 362 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...