elogio del bianco della neve. – reblog 2012

Cor-pus

8 dicembre 2012 sabato 12:17

.

la stanchezza di una settimana di tensioni molto forti sul lavoro mi spedisce a letto molto presto, oggi (o dovrei dire ieri?), dopo una cena familiare con figlio e relativa coniuge, e nipotini.

il gelo dei forse 300 metri che separano casa mia dalla sua è tale da farmi quasi pentire di essere uscito, ma i commenti con Ettore sui fiocchi che cadono ripagano del sacrificio.

sono in una età della vita dove questa tende ad accartocciarsi nel disinganno e nel disgusto; per quanto io rivesta il mio stato d’animo di motivazioni politiche, antropologiche e filosofiche, non posso affatto nascondermi che si tratta prima di tutto di un fatto biologico: invecchio; condividere la freschezza sentimentale ed emotiva di un nipotino che non ha ancora tre anni costringe ad uscire da questa amarezza che distacca dalla vita giovane e aperta degli altri.

si ritorna indietro…

View original post 892 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...