netta diminuzione dei morti da covid in Italia. 7 – 13 gennaio 2023 – 15

l’andamento del numero dei morti da covid in Italia negli ultimi 7 giorni è decisamente positivo:

quasi 200 morti in meno rispetto al dato precedente: da 775 a 576,

con una media giornaliera quindi di quasi 30 morti in meno al giorno: da 110,7 a 82,3.

siamo sempre quasi al doppio dei 302 morti in 7 giorni che si registravano il 25 settembre, data da cui è iniziata questa ripresa del covid; ma un’inversione di tendenza così decisa deve essere registrata con soddisfazione, anche se smentisce certe preoccupazioni sull’indebolimento delle misure di prevenzione sociale, che ho espresso nelle settimane scorse.

certo, sappiamo che questo rispecchia la situazione reale di due o tre settimane fa; comunque potrebbe fare sperare che si stia vivendo una fase di attenuazione.

. . .

si smentiscono anche gli allarmismi esasperati, pro-vaccinali, provocate dall’emergere di nuove varianti, in particolare negli Stati Uniti; si arriva a dichiarazioni grottesche come queste, non farò il nome del luminare che dice simili scemenze:

certo, le nuove varianti sembrano in grado di aggirare i vaccini basati sulla proteina spike, perché ne hanno cambiato in maniera sostanziale la conformazione; però l’organismo si difende anche con i linfociti T; quindi vaccinatevi.

quando è noto ovunque che i vaccini a m-RNA non agiscono in alcun modo su questi linfociti T, che vengono prodotti ben più in seguito alla malattia vera e propria.

tuttavia la situazione resta molto confusa: il clamore delle voci contraddittorie ha raggiunto livello che sarebbero impressionanti, se la gente dedicasse ancora qualche attenzione al tema.

per sentire cose che mi paiono sensate, pare che si debba ascoltare piuttosto la voce di un fisico, Roberto Battiston:

Siamo in condizioni stazionarie, oscillanti, da ottobre scorso. Oscilliamo attorno ad un numero di circa 400/450 mila infetti attivi, con un progressivo ricambio quotidiano, nel senso che si negativizzano 20-30 mila persone e se ne positivizzano altre 20-30  mila. Una cifra che non è trascurabile, è un numero importante. L’Rt, però, oscilla intorno all’1 quindi non è una fase di crescita, ma una fase stazionaria. È ancora una pandemia, diffusa dappertutto come prima, pari pari. Ma il tracciamento non è più affidabile come in passato e non viene dedicata particolare attenzione alla prevenzione.

mi associo, continuando a consigliare quella prudenza individuale che non costa nulla. che poi sto anche in sintonia con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (non che ci sia da andarne fieri, eh?):

Le mascherine continuano a essere uno strumento chiave contro Covid-19. L’Oms continua a raccomandarne l’uso nella popolazione in situazioni specifiche, indipendentemente dalla situazione epidemiologica locale, data l’attuale diffusione di Covid-19 a livello globale. Le mascherine sono consigliate a seguito di una recente esposizione a Covid e quando una persona ha l’infezione o sospetta di averla; quando una persona è ad alto rischio di Covid grave e per chiunque si trovi in uno spazio affollato, chiuso o scarsamente ventilato”.

Anche il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), ha suggerito telelavoro e mascherine come contromisure contro il rischio associato alla sottovariante XBB.1.5 di Sars-CoV-2, denominata ‘Kraken’ e di “prendere in considerazione interventi limitati nel tempo e non farmacologici come restare a casa in caso di malattia, telelavoro, uso appropriato di mascherine e buona ventilazione degli spazi interni”.

. . .

negli altri paesi occidentali la situazione è questa:

USA: la media giornaliera degli ultimi 7 giorni dei morti covd si mantiene al livello più elevato raggiunto settimana scorsa, anzi cresce ancora leggermente, da 522 a 540: la situazione americana è ora paragonabile alla nostra, anzi per prima volta da molto tempo un poco peggiore in proporzione; l’ipotesi che questo sia collegato alla diffusione della nuova variante Kraken si rafforza, anche se non sono stati comunicati dati su una sua maggiore pericolosità, affermando che non sono stati raccolti ancora. ma bisogna capire che si tratta di una variante americana, e merita un trattamento di favore.

Regno Unito: media giornaliera degli ultimi 7 giorni in crescita: da 102 a 130 morti medi giornalieri; situazione peggiore di quella italiana, in proporzione.

Francia: come da noi, media giornaliera degli ultimi 7 giorni in netto miglioramento: da 113 a 84; dati pienamente coerenti con i nostri.

Germania: media giornaliera degli ultimi 7 giorni in lieve calo: da 171 della settimana scorsa a 158; valori oggi peggiori dei nostri, in proporzione.

in conclusione: in Occidente si registra una situazione variegata, ma una tendenza al peggioramento nei paesi anglo-sassoni, su cifre non altissime e complessivamente paragonabili a quella italiana, ma Italia e Francia sono in controtendenza.

quanto alla Cina, i dati ufficiali sui morti indicano effettivamente una crescita netta, a partire peraltro da cifre molto basse.

oggi lì si conteggiano come morti da covid soltanto i morti di polmonite che non avevano nessun’altra patologia: lo screening molto deciso spiega come da 2 morti al giorno in media si sia saliti a 14, peraltro con 84 morti nella giornata di ieri.

più che di falsificazione dei dati, credo che si debba parlare di una loro precisa manipolazione, pur senza falsificarli.

ma quanti sarebbero i morti da covid anche negli altri paesi se si adotta il criterio cinese?

è abbastanza assurdo: calcola solo coloro che sono morti per il virus, ma erano perfettamente sani prima di contrarlo, e per giunta sono morti della sia forma classica di tre anni fa, in epoca pre-varianti.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...